suoni

JAN JELINEK

Jan Jelinek, residente a Berlino, dove ha conseguito il suo titolo universitario in filosofia e sociologia, nel 1995 comincia ad interessarsi di nuovi linguaggi sonori ed a sperimentare con il campionatore.

I suoi esperimenti si trasformano nell'uscita di tre singoli a nome Farben con la Klang Electronic tra il 1998 - 1999. Nel 2000 realizza il suo primo cd, questa volta con lo pseudonimo Gramm, con l'album intitolato "Personal Rock" uscito per l'etichetta francese Source records. In queste sue prime uscite Jelinek cerca un compromesso fra sperimentalismo e musica da club arrivando a risultati notevoli.

Continuando nella sua ricerca spolpa qualsiasi fonte sonora, usando sempre il suo campionatore come attrezzo per dissecare e catturare suoni con precisione microscopica; nel 2001, il nostro realizza un prodotto unico e di rara bellezza "Loop-finding-jazz-records", che viene pubblicato, dalla ~Scape (l'etichetta che appartiene a Stefan Betke [Pole]). Dentro riprendono vita sequenze di musica jazz degli anni '60 e '70, tagliando ed incollando loop e frammenti di vecchi vinili che Jan transforma in un processo di re-interpretatione del materiale originale; all'ascolto sembra quasi che la polvere depositata nei loro solchi riecheggia nell'aria riempendo la stanza di sogni ed illusioni remote. In questo cd si materializza un qualcosa di nuovo che va oltre a tanto sound rumorista sperimentale in circolazione, umori jazz attraversati da fruscii , e il minimalismo estremo che arriva ad accarezzare il cuore di qualsiasi ascoltatore.

  next >>